Star Food

Applicazioni di Timbó

Applicazioni di Timbó


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Timbó (Enterolobium contortisiliquum), noto anche come orecchio nero (per la forma caratteristica del suo frutto), pacará, timbaúba e guanacaste, è un albero delle regioni tropicali e sub-tropicali del subcontinente sudamericano, che si trova in Brasile, Uruguay, Bolivia, Perù, Paraguay e Argentina.

Si è adattato bene alle zone traballanti dove è stato introdotto, ma non è invasivo. I suoi bei fiori, l'ampia chioma che offre un'ottima ombra e l'altezza di tutto rispetto - che raggiunge i 30 metri - ne fanno un albero ornamentale molto apprezzato per parchi e viali. È molto longevo, con un esemplare conosciuto nella provincia del Chaco, in Argentina, di oltre 200 anni.

Usi medici

Il Timbo ha diversi usi medicinali, tra i quali si citano: come analgesico, antisettico, cicatrizzante, per il trattamento e la prevenzione della gonorrea e della forfora, e come tonico per capelli. Con un infuso, preparato facendo bollire la corteccia e le radici in acqua, si fa un fruscio per ridurre le infiammazioni e curare le infezioni alla gola, e anche come decongestionante, quindi è un ottimo alleato per i problemi derivati ​​dal freddo. La preparazione di un infuso, da bere come una tisana, con la radice viene utilizzata come antiparassitario. Le foglie vengono bollite e applicate come un impacco sulle ferite.

Non esistono ricerche che mirino a verificare l'efficacia del timbo come medicina naturale, ma la sua corteccia ha un composto altamente tossico (saponina), quindi si suggerisce molta cautela nel suo assunzione. Si consiglia di non utilizzarlo come agente curativo. Era usato nella pesca per avvelenamenti e il frutto provoca aborti in diverse fasi gestazionali nei bovini; si consiglia di evitarne il consumo durante la gravidanza.

Timbo come sapone

Oltre ai suoi usi medicinali, viene preparato un infuso con la corteccia oi frutti che viene utilizzato come sapone per la pelle e diversi tessuti tessili, compresa la lana. Lo stesso composto che lo rende tossico per il consumo lo rende un ottimo disinfettante. È molto semplice da preparare: devi rompere i frutti sopra l'acqua calda e agitare energicamente finché il liquido non diventa spumoso. Può essere utilizzato anche come shampoo. Il suo legno è leggero e il popolo Wichi lo usava per costruire canoe flessibili e resistenti che possono sostenere il peso di un massimo di 10 persone. In Paraguay, è molto apprezzato per intagliare vari mestieri.

Ha bisogno di spazio per crescere, quindi è necessario piantare in piena terra. La sua ampia chioma e la crescita relativamente rapida - qualcosa di notevole in una specie sudamericana - lo rendono un albero ornamentale molto popolare per parchi e viali. Si riproduce per seme. Per aumentare le possibilità di germinazione, è necessario sottoporle a un trattamento precedente. Rompete il frutto e bagnate i semi con acqua quasi bollente; immergere per una notte o per un'intera giornata a temperatura ambiente. Se non si gonfiano, fare una piccola sezione trasversale e lasciare in acqua per altre 12 ore. Pianta in un terreno umido e ricco di sostanze nutritive. Annaffia abbondantemente ogni giorno. Germoglierà in una o due settimane. Fiorisce a metà primavera-inizio estate e fruttifica in autunno. I frutti vengono raccolti direttamente dall'albero quando diventano marroni.


Video: CO2 GaNS Test on Plants - Test GaNS CO2 su Piante - ENG-ITA (Potrebbe 2022).